Please use this identifier to cite or link to this item: http://arl.liuc.it/dspace/handle/2468/5242
Full metadata record
DC FieldValueLanguage
dc.creatorFalletti, Elena-
dc.date.accessioned2017-11-17T14:28:06Z-
dc.date.available2017-11-17T14:28:06Z-
dc.date.issued2017-
dc.identifier.urihttp://arl.liuc.it/dspace/handle/2468/5242-
dc.description.abstractLa Corte costituzionale federale tedesca ha stabilito che le disposizioni sullo stato civile sono incompatibili con il diritto fondamentale alla protezione dell’identità personale di coloro ai quali non può essere assegnato né il genere maschile, né il genere femminile. Inoltre, tale mancanza viola il divieto di discriminazione contenuto dall’art. 3, par. 3 della Costituzione tedesca nella misura in cui tali norme limitino il riconoscimento dei soli generi maschile e femminile. Il Parlamento federale deve adottare le disposizioni necessarie entro il 31 dicembre 2018.it
dc.formatOnlineen
dc.languageitit
dc.publisherWolters Kluweren
dc.relation.ispartofIl quotidiano giuridicoit
dc.rightshttp://www.biblio.liuc.it/pagineita.asp?codice=247-
dc.titleGermania: costituzionalmente riconosciuto il terzo genere per le persone intersessualiit
dc.typeArticolo in rivista italiana non referenziatait
dc.identifier.bibliographiccitationFalletti Elena (2017), Germania: costituzionalmente riconosciuto il terzo genere per le persone intersessuali. In: Il quotidiano giuridico, 14 novembre 2017. E-ISSN 2239-0677.it
dc.type.refereedNot Refereeden
dc.identifier.eissn2239-0677-
dc.relation.issue14 novembre 2017it
dc.type.publicationstatuspubblicatoit
dc.accessrightsclosedAccessen
dc.publisher.countryITA-
dc.publisher.placeMilanofiori Assagoit
dc.audienceProfessionaleit
Appears in Collections:Contributo in rivista

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
5242.pdf
  Restricted Access
189,76 kBAdobe PDFView/Open Request a copy


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.