Please use this identifier to cite or link to this item: http://arl.liuc.it/dspace/handle/2468/1581
Title: Voting chances instead of voting weights
Authors: Di Giannatale, Paolo
Passarelli, Francesco
Issue Date: 2012
Publisher: Università Carlo Cattaneo - LIUC
Bibliographic citation: Di Giannatale Paolo - Passarelli Francesco (2012), Voting chances instead of voting weights. (Liuc papers 261). Castellanza: Università Carlo Cattaneo - LIUC.
Abstract: We study political distortions that emerge in situations where agents’ political power is disproportionate with respect to their economic power. We use the Shapley value to evaluate both the economic and the political power. We show that usual weighted majority voting cannot prevent political distortions from emerging in a huge mass of situations. Distortions are less severe if partners can leave the union at low cost. We propose an alternative voting method based on random assignments of voting rights. Agents are given chances to vote instead of weights. If chances are computed according to a specific formula, no political distortion occurs. As an application, we analyze the rotation voting system recently adopted by the European Central Bank. We find that this system yields an enormous amount of political distortion. Then we compute the voting chances that should be assigned to Eurozone countries in order to eliminate it.
In questo lavoro studiamo le distorsioni politiche che hanno origine da situazioni in cui il potere politico decisionale dei soggetti è sproporzionato rispetto al loro reale peso economico. Per valutare sia il potere economico sia quello politico utilizziamo il concetto di “Shapley value”. Dimostriamo che l’usuale metodo di votazione a maggioranza pesata non è in grado di prevenire le distorsioni politiche che emergono in un numero enorme di circostanze. Tali distorsioni sono meno rilevanti se i partners hanno la possibilità di abbandonare il gruppo a un basso costo. Noi proponiamo un alternativo metodo di votazione fondato sull’assegnazione casuale dei diritti di voto. Ai soggetti vengono assegnate delle probabilità di voto invece che dei pesi. Se queste probabilità sono calcolate sulla base di una formula specifica, allora non sorgerà alcuna distorsione. Come applicazione, analizziamo il sistema di voto a rotazione recentemente adottato dalla Banca Centrale Europea. Mostriamo che tale sistema produce un elevato livello di distorsione politica. Poi calcoliamo le probabilità di voto che devono essere attribuite ai paesi dell’Eurozona per eliminare ogni distorsione.
URI: http://arl.liuc.it/dspace/handle/2468/1581
ISSN: 1722-4667
Appears in Collections:Libro

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
261.pdf305,05 kBAdobe PDFView/Open


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.